CROWDFUNDING

(CROWD= FOLLA, MASSA; FUNDING= FINANZIAMENTO)

 

 

Che strana parola ma è solo il modo anglosassone di dire sottoscrizione popolare o finanziamento dal basso. Io preferisco dire sottoscrizione popolare, perchè finanziamento dal basso indica una società verticale che non rientra nei miei desideri: siamo tutti su di uno stesso piano.

Con la sottoscrizione popolare fu finanziato il film "Achtung! Banditi!" di Carlo Lizzani.

 

LA PRODUZIONE.

Produrre un'opera artistica non è solo frutto del genio, della sensibilità, dell'estetica dell'autore ma anche del denaro che viene investito in tale opera.

Per realizzare un film, una web-serie, un cortometraggio o un documentario bisogna avvalersi di professionisti, acquistare attrezzatura, viaggiare, acquisire diritti d'immagine, sostenere spese legali e burocratiche, fare promozione. Tutte operazioni che richiedono soldi, a volte molti soldi.

Tanto per fare qualche esempio: i diritti per un minuto di un lungometraggio vanno da €1000 a €2000. I diritti per un minuto di servizi televisivi o filmati d'epoca vanno da €700 a €900.

Un professionista può volere anche €1000 a giornata.

 

AUTONOMIA E INDIPENDENZA.

Decidendo di produrre questo documentario da solo, avvalendomi delle mie risorse finanziarie, volevo essere autonomo e indipendente anche se non si è mai autonomi e indipendenti nelle proprie scelte fino in fondo dato che bisogna confrontarsi con la realtà, le altre persone e la possibilità di fare quello che si è ideato.

Ma l'autonomia ha dei limiti, i limiti del proprio conto in banca. Ci sono i produttori, direte voi. Certo. Ci sono tante case produttrici in Italia e molte specializzate nei documentari. Ma essendo la mia opera prima ed essendo io un totale sconosciuto nell'ambiente, ho preferito risparmiare tempo e delusioni (?) evitando di cercare produttori presentandomi con il solo progetto su carta. Anche perchè dalla carta alla realtà ci possono essere molte, molte differenze.

Quando il documentario sarà finito, potrò presentarmi e cercare distributori o finanziatori.

 

TRA L'AUTORE E IL PRODUTTORE.

Nel mezzo ci siete voi. Sì proprio voi, che avete trovato questo sito per caso, o vi è stato segnalato o avete cliccato "mi piace" sulla pagina Facebook del documentario.

Voi tutti potete contribuire alla realizzazione del documentario. Come? Molto semplice. Basta partecipare alla campagna di crowdfunding lanciata su  Produzioni dal basso  e scegliere il tipo di donazione da fare.

Per ogni tipo di donazione avrete una "ricompensa" ovvero una menzione o qualcosa di tangibile che vi ringrazia e che dimostra che avete sostenuto un progetto che vi piace.

Le donazioni vanno da un minimo di € 10,00 ad un massimo di € 200,00.

Le ricompense per ogni tipo di donazione sono:

 

  • € 10,00: il vostro nome verrà inserito nei ringraziamenti finali del documentario.

  • € 25,00: il vostro nome verrà inserito nei ringraziamenti finali del documentario.

  • € 50,00: nome nei ringraziamenti finali e una copia del DVD.

  • € 100,00: nome nei ringraziamenti, DVD e copia del poster.

  • € 200,00: nome nei titoli iniziali e finali , 2 DVD e 2 copie del poster.

 

Le vostre donazioni verranno usate per acquisire diritti d'immagine ovvero brani di film che furono proiettati al festival, per avvalermi dei servizi di ufficio stampa, legali, amministrativi e per sostenere le spese di promozione del documentario.

 

Grazie infinite a tutti quelli che doneranno.

Ogni piccolo aiuto è un grande aiuto per il progetto.

 

 

© 2016-2070 by Luca Gorreri. Proudly Created with Wix.com

  • White Facebook Icon
  • White Vimeo Icon
  • White YouTube Icon